Nostri Brevetti

Con White Star, una R&D company, ci siamo sempre occupati di studiare ed individuare soluzioni efficienti per la gestione domestica dei rifiuti della famiglia

La corretta gestione dei rifiuti urbani determina un impatto ambientale rilevante. La raccolta differenziata è la premessa necessaria per un corretto riciclaggio dei rifiuti e, nello stesso tempo, un comportamento diffuso e socialmente condiviso, percepito quale modello di efficienza e migliorativo del benessere generale. White Star ha ideato un sistema domestico per la raccolta, la differenziazione e la riduzione volumetrica di carta, vetro, plastica, alluminio e derivati nonché rifiuto organico. Con la progressiva eliminazione della raccolta concentrata sulle strade, sarà giocoforza necessario conservare i rifiuti presso le abitazioni per periodi più lunghi, in attesa dello specifico ritiro a domicilio. Proprio in virtù di questo progressivo cambiamento White Star ha ideato il “Sistema Domestico per la Triturazione, Differenziazione, Compattazione dei Rifiuti Selezionati”.


Uno dei problemi principali che riguarda il riciclaggio dei rifiuti “domestici” fa riferimento alle capsule per caffè espresso. Infatti si tratta di un rifiuto indifferenziato che, per le sue caratteristiche, trova notevoli difficoltà di smaltimento. White Star ha affrontato il problema ideando un apposito brevetto il cui utilizzo ha consentito la creazione di un macchinario cosiddetto “separacapsule” che, di fatto, separa l'involucro in plastica o in alluminio dal caffè esausto, con una percentuale di residuo inferiore al 2%. Ciò rende il prodotto trattato dalla macchina altamente riciclabile (plastica o alluminio) oltre a rendere disponibile per diversi usi (compost organico e/o materiale combustibile per riscaldamento) il caffè esausto.


Nell’ottica generale di rendere differenziati i rifiuti “indifferenziati”, White Star ha proseguito la sua ricerca e si è dedicata ad un altro settore sensibile a questa problematica. Le cartucce da tiro o da caccia sono infatti un rifiuto indifferenziato con una altissima diffusione territoriale e altrettanto alta invasività ambientale.

Al termine delle proprie ricerche, White Star ha ideato e brevettato il sistema BOS, che separa la parte metallica dalla parte in plastica delle cartucce usate.


With White Star, an R & D company, we have always been busy studying and identifying efficient household waste management solutions.

The proper management of urban waste results in a significant environmental impact. Separate collection is the prerequisite for proper waste recycling and, at the same time, a widespread and socially shared behavior, perceived as a model of efficiency and improvement of overall well-being.

White Star has created a domestic system for collecting, differentiating and reducing volumetric paper, glass, plastic, aluminum and derivatives as well as organic waste. With the progressive elimination of concentrated collection on outdoor site, it will be necessary to keep waste at homes for longer periods, pending a specific home-based withdrawal.

In virtue of this progressive change, White Star has devised the "Home Remedy System, Differentiation, Compacting Waste Selection".


One of the main problems with recycling "domestic" waste refers to espresso coffee capsules. Indeed, it is an undifferentiated waste that, due to its characteristics, finds considerable disposal difficulties. White Star faced the problem by designing a special patent whose use allowed the creation of a so-called "separacapsule" machine, which in fact separates the plastic casing or aluminum from the exhausted coffee with a residual percentage of less than 2%.

This makes the product processed by the highly recyclable machine (plastic or aluminum) as well as making it available for various uses (organic compost and / or heating fuel material) exhausted coffee.


In the general view of differentiating "undifferentiated" waste, White Star has continued its research and has devoted itself to another area sensitive to this problem. Hunting or shooting cartridges are in fact an undifferentiated waste with very high spatial spread and just as high environmental invasiveness.

At the end of his research, White Star has designed and patented the BOS system, which separates the metal part from the plastic part of the used cartridges.